Inca

                         


​                        Disse il soldato al suo re,

                                nuovo mondo tu avrai

dammi tempo e vedrai.

 

L’Indio il coltello puntò sulle stelle a ponente

e le navi contò

poi disse: oltre il mare c’è il niente

e chi viene dal niente nemico non è.

 

Dentro la città dai muri d’ oro

ai soldati il fiato si fermò

sopra l’innocenza del giaguaro

l’aquila cristiana si gettò.

 

L ‘ indio il coltello puntò contro il sole

tu farmi del male non puoi.

 

Abbassò le braccia ai fianchi e disse: fermati

mille volte puoi colpirmi e non cadrei

una strana meraviglia prese gli uomini

il bandito di Castiglia chiese a lui:

 

Tu paura non hai

ti fai gioco di noi

il tuo trucco qual’ è?

 

Notte di fortezza e fiamme d’oro

Disse l’inca: uccidimi e vedrai,

vedrai con quei tuoi occhi di sparviero

il sole aprire ancora gli occhi miei.

 

L’alba tra un po’ spezzerà le tue armi

Tu farmi del male non puoi!

 

Ma quel sogno fu silenzio e cadde fragile

ed il cuore di smeraldo si fermò,

poi le spalle della notte s’incendiarono

e quel sole il re del sole non svegliò.

 

Le navi il soldato riempì, e con l’ oro partì

col permesso di Dio.

Annunci

One thought on “Inca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...