Sulla retina si formano cicatrici, ma tu continui imperterrito. Come una sorta di autoflagellazione, un castigo autoimposto che si alimenta della tua stessa dipendenza.
Di più, ancora, ancora. Senza sosta. 

Fino alla fine. Quella vera.

Dissolvenza in nero. Buio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...